Più Etica anche nell'Informatica
slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3

Tecnologia


Il modello di sviluppo Open Source facilita la produzione di software robusto, sicuro, versatile e garantisce le libertà dell'utente. InformaEtica offre ai suoi clienti esclusivamente soluzioni Open Source, tagliandole su misura delle loro specifiche esigenze: scopri i nostri servizi !

Società


Il software libero è uno dei pilastri su cui costruire una libera società della informazione: favorisce la partecipazione democratica dei cittadini, agevola la trasparenza amministrativa degli enti pubblici, migliora la sostenibilità ambientale dell'ICT allungando la vita dei computer.

Economia


Il software libero conduce ad un modello economico innovativo: aprendo i recinti, si aprono nuove opportunitá per tutti. Favorisce lo sviluppo dell'economia locale, promouove una concorrenza sana e consente l'abbattimento dei costi nella realizzazione e gestione di infrastrutture ICT.

Senigallia Open Municipio

Sabato 25 ottobre 2014
Rotonda a Mare
60019 Senigallia (AN)

Sabato 25 ottobre 2014, alle ore 17, a Senigallia (AN), presso la Rotonda a Mare.

Interverranno:
Maurizio Mangialardi, Sindaco di Senigallia
Francesca Michela Paci, assessore al Bilancio del Comune di Senigallia
Roberto Cartocci, professore in Scienza Politica presso l’Università di Bologna
Vittorio Alvino, presidente dell’Associazione Openpolis
Marco Scaloni, coordinatore del progetto OpenMunicipio per InformaEtica
Mario Maria Molinari, giornalista del Corriere Adriatico

Modera

Albo Fornitori

Funzionalità
Il servizio Albo Fornitore consente:
(frontend Fornitore)
- registrazione del fornitore e assegnazioni di credenziali di accesso (username e password);
- inserimento riferimenti anagrafici e aziendali, scelta tipologia lavori/servizi, attestazione e certificazioni, dati di bilancio e casellario giudiziario;
- raccolta dati per sistema qualità;

(backend Stazione Appaltante)
- validazione fornitore;
- pagella fornitore/AVCPASS;
- comunicazione fornitore;
- inserimento e gestione gare;
- gestione invito gara;
- comunicazione esito gara;

Open appalti

Open Appalti è un'applicazione web (http://www.openappalti.it) che assolve agli obblighi previsti dalla legge 190/2012 così come regolamentato dall'Autorita di Vigilanza per i Contratti Pubblici.
Consente l'immissione dati dei lotti e delle relative aziende ad essi collegati, la generazione delle comunicazioni per l'AVCP e la creazione del dataset in formato XML.
Caratteristiche tecniche:
Il software è fruibile semplicemente con l'ausilio di un browser (Firefox, Internet Explorer, Crome,..)
Numero illimitato di record ed utenti

Segnalazione: "Convegno Software Etico"

Per chi si trovasse in zona Milano il 17 maggio, segnaliamo il convegno "Software Etico: Software libero, una risorsa solidale, etica ed economica per l'azienda, la comunità e la famiglia." organizzato dall'associazione Joomla!Lombardia. Sicuramente un'occasione preziosa per illustrare e discutere i molteplici vantaggi economici e sociali offerti dal modello di sviluppo FLOSS -- anche e soprattutto in relazione all'attuale contesto economico.

Sesta ConfSL: il software libero italiano in conferenza ad Ancona il 22 e 23 giugno

La Sesta Conferenza Italiana sul Software Libero (ConfSL) si terrà ad Ancona il 22 e il 23 giugno presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università Politecnica delle Marche. L'appuntamento annuale - il sesto dopo quelli di Cosenza, Trento, Bologna, Cagliari e Milano - riunisce in conferenza tutte le anime del mercato italiano del software libero: dai volontari delle comunità, al mondo della scuola e dell'università, alle aziende pubbliche e private.

Arriva openMunicipio, per la trasparenza dei Comuni italiani

Dopo il successo di openParlamento, che in breve tempo si è imposto come il canale di accesso privilegiato per seguire, comprendere e divulgare le attività del Parlamento italiano, l'Associazione Openpolis prova ora a fare qualcosa di simile per il Comune, l’istituzione più prossima ma non sempre quella più accessibile, soprattutto nel caso di città medie e grandi. E lo fa grazie ad un progetto nato a Senigallia, in collaborazione con InformaEtica e con il contributo fondativo del Comune di Senigallia.

La Politica della Trasparenza e dei Dati Aperti

Vi segnaliamo un'importante e interessante iniziativa, a cui anche InformaEtica parteciperà per illustrare un progetto, attualmente in cantiere, che si pone l'obiettivo di facilitare la trasparenza amministrativa dei Comuni italiani e la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. Per ora non vi riveliamo niente di più: per chi fosse curioso... ci vediamo a Roma !

L'evento si intitola "La Politica della Trasparenza e dei Dati Aperti" e si terrà martedì 19 aprile 2011 dalle ore 9,30 alle 18 a Roma, presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati.

Comune di Modena, 1 milione di risparmio grazie all'Open Source

A Modena la macchina informatica del Comune risparmia oltre un milione di euro l'anno grazie all'utilizzo di tecnologie FLOSS (Software Libero/Open Source). Utilizzare software sotto licenza FLOSS, infatti, può far risparmiare molti soldi. Non si tratta di una gran novità per coloro che hanno familiarità con le dinamiche del Free Software, ma per molte persone si tratta di una vera e propria scoperta.

Convegno "Fammi sapere"

Il Consorzio Solidarietà soc. coop. ONLUS, attraverso il suo ramo informatico InformaEtica, congiuntamente al Comune di Senigallia, si fa promotrice di un convegno, che si terrà sabato 20 novembre 2010, incentrato sul tema della trasparenza della Pubblica Amministrazione, ed in particolare sulla tematica degli “Open Data”.
Il titolo dell’evento è “Fammi Sapere: la Trasparenza della Pubblica Amministrazione: Internet, Open Data, Anagrafe pubblica degli Eletti“.

FammiSapere

Cosa sono gli “Open Data”

Con l’espressione “dati aperti” o, in terminologia anglosassone, “Open Data” o “Open Government”, viene intesa una filosofia, che è al tempo stesso una pratica, che implica che alcune tipologie di dati in possesso di Enti ed Istituzioni pubbliche siano liberamente accessibili a tutti, senza restrizioni di copyright, brevetti o altre forme di controllo che ne limitino la riproduzione e l’utilizzo. In più, i dati aperti dovrebbero essere pubblicati in formati anch’essi “aperti”, ovvero il cui uso sia svincolato da restrizioni legali e le modalità di utilizzo siano pubbliche (per esempio: XML).

InformaEtica nasce!

Il progetto InformaEtica nasce dall'incontro tra un gruppo di professionisti operanti nel campo dell'informatica e il Consorzio Solidarietà. Il confronto tra queste due realtá, apparentemente molto distanti tra loro, ha innescato una riflessione comune sul tema del rapporto tra le tecnologie informatiche e la cosiddetta Economia Solidale. Da questo confronto è scaturita la volontà comune di costituire un soggetto in grado di assolvere un compito preciso: la promozione e la diffusione dell' Informatica Consapevole, Etica, e Solidale. Questo soggetto è InformaEtica.

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer